Gli antiossidanti esogeni, tra cui ricordiamo VIT A, C, E, selenio, carotenoidi, licopene, coenzima Q-10 ed acido lipoico sono presenti in gran parte degli alimenti di origine vegetale.
 
In particolare nella frutta nera o molto scura come i frutti di bosco, questi antiossidanti sono contenuti in quantitativi maggiori.
 
L'università di Boston ha condotto uno studio per stabilire il potere antiossidante dei vari alimenti. Il potere antiossidante è stato misurato secondo una scala, l'ORAC, secondo la quale a valori più alti (maggiori unità) corrispondono maggiori poteri antiossidanti:

 
 

    Cetrioli 1 = 36 unità
    Pomodori 1 = 116unità
    Albicocche 3 = 172 unità
    Spinaci crudi 1 piatto = 182 unità
    Melone tre fette = 197 unità
    Pera 1 =  222 unità
    Banana 1 = 223 unità
    Pesca 1 =  248 unità
    Mela 1 = 301 unità
    Melanzana 1 = 326 unità
    Uva bianca 1 grappolo = 357 unità
    Cipolla 1 = 360unità
    Uvetta nera 1 cucchiaio = 396 unità
    Cavolfiore cotto una tazza = 400 unità
    Fagiolini cotti una tazza = 404 unità.
    Patata americana 1 =  433 unità
    Kiwi 1 = 458 unità
    Peperone 1 = 529 unità
    Uva nera un grappolino = 569 unità
    Avocado 1 = 571 unità
    Patata arrosto 1 = 575 unità
    Susina 1 = 626 unità
    Arancia 1 = 983 unità
    Succo di arancia 1 bicchiere = 1142 unità
    Fragole una tazza  = 1170 unità
    Pompelmo rosa 1 = 1188 unità
    Succo di pompelmo 1 bicchiere = 1274 unità
    Cavoli di Bruxelles cotti 1 tazza = 1384 unità
    Prugne nere 3  = 1454 unità
    More 1 tazza = 1466 unità
    Barbabietola cotta 1 tazza = 1782 unità
    Spinaci cotti 1 tazza = 2042 unità
    Cavolo verde cotto 1 tazza = 2048 unità
    Mirtilli 1 tazza = 3480 unità
    Succo di uva nera 1 bicchiere = 5216 unità

 
 
 
Il licopene è un antiossidante presente soprattutto nel pomodoro e nei suoi derivati, a cui conferisce il tipico colore rosso. All'interno di questi alimenti il licopene fa parte di una matrice che ne impedisce l'assorbimento, almeno fino a quando non viene lesa per stress termico (calore) o meccanico. Le elevate temperature facilitano anche la sua isomerizzazione; il conseguente passaggio dalla forma trans a quella cis ne aumenta ulteriormente la biodisponiblità.
 
L'assorbimento del licopene è favorito anche dalla contemporanea presenza di lipidi. Il piatto tipico della cucina mediterranea (spaghetti con olio di oliva, basilico e passata di pomodoro) è quindi un alimento ideale per fare il pieno di salute. Il licopene è infatti in grado di prevenire efficacemente il cancro alla prostata e neutralizzare l'ossigeno singoletto, un radicale libero implicato nei processi di invecchiamento e degenerazione cellulare.
 
In commercio il licopene è disponibile come integratore sottoforma di preparazioni oleose. La natura ci offre comunque una discreta gamma di alimenti da cui attingere questo prezioso antiossidante. Oltre al pomodoro ricordiamo l'anguria, la papaia e la pera gialla. Le dosi di assunzione giornaliere consigliate sono comprese tra i 5 ed i15 mg.